Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy

          

Martedì, 09 Gennaio 2018 09:03

Regione Calabria, Oliverio pronto al rimpasto, si profila una giunta mista, tecnici e politici, il partito in fibrillazione

Rate this item
(0 votes)
Mario Oliverio Mario Oliverio

Il Governatore Mario Oliverio dopo aver perso ogni battaglia per il suo chiodo fisso che rimane la cessazione la fine del commissariamento della sanità affidata all'Ing. Massimo Scura e dopo essersi rassegnato nel non contare nulla di nulla nella scelta dei candidati del Pd alle prossime elezioni politiche del 4 marzo con la speranza che abbia finalmente compreso che ai piani alti del Pd romano nessuno lo tiene in considerazione è pronto a giocarsi l'unica carta possibile per riconquistare una certa centralità.

Quella di passare realmente dalle tante parole su rimpasti e rimpastini ai fatti concreti ed in piena campagna elettorale. Dopo le dimissioni della Barbalace, la defenestrazione della Roccisano e le voci che si rincorrono sul deteriorarsi del rapporto con il Vicepresidente Viscomi rimandare non era più possibile.

La concomitanza con la campagna elettorale potrà dare la possibilità di inserire nell'incastro delle candidature e delle tante aspirazioni mai sopite anche il contentino certamente di peso di un bel posticino di assessore regionale per i restanti 22 mesi che separano i calabresi dalle elezioni regionali che si terranno nel novembre del 2019 nelle quali Mario Oliverio non avrà alcuna possibilità di essere rieletto, qualora dovesse decidere di ricandidarsi, considerato l'assoluto fallimento certificato dai fatti e dalla nullità della sua azione di governo non più recuperabile.

Ovviamente nel Pd si sono riaccese le scintille ed i rancori mai sopiti dopo la defenestrazioni di assessori come il consigliere regionale più votato in assoluto come Carlo Guccione. Se dovessero aprirsi le porte per Enza Bruno Bossio con la regia del marito Nicola Adamo, anche altri esponenti del Pd potrebbero giustamente pretendere ad ambire alla poltrona di assessore. Vedremo cosa accadrà in un periodo sempre più caldo, nonostante il freddo rigore invernale.


Redazione

 

Share/Save/Bookmark
« January 2018 »
Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        

Archivio Articoli