Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy

          

Giovedì, 21 Giugno 2018 00:18

27 giugno 2018 - Unical, all’Auditorium in scena Bakxai

Rate this item
(0 votes)

Il 27 giugno 2018 alle ore 21,00 presso il teatro Auditorium Unical di Arcavacata (CS) il centro studi danza Dance Project metterà in scena lo spettacolo ΒἈΚΧΑΙ (liberamente tratto da Le Baccanti di Euripide). LE BACCANTI è la storia di Dioniso, dio dell’ebbrezza, del vino, della goliardia, nato dallo stupro di Zeus alla tebana Semele, morta nel darlo alla luce e considerato una divinità minore da suo cugino Penteo, re di Tebe, che lo esclude da preghiere e libagioni. Per dimostrare la sua grandezza il dio induce alla follia le donne della città che iniziano misteriosi riti fatti di danza e caccia sui monti. Il re è disgustato e allo stesso tempo affascinato da ciò che accade e Dioniso gli concede di assistere, travestito da donna, ai rituali femminili.

Si scopre presto che quella del dio non è bontà ma desiderio di vendetta: Penteo viene infatti scoperto e fatto a pezzi dalle donne tra cui sua madre Agave che rinsavita si accorge di aver ucciso brutalmente il figlio. Nietzsche diceva che la vita era istintività, sensualità, caos e irrazionalità e per questo vedeva in Dioniso la perfetta metafora dell’esistenza. Ciò che rende vivo è infatti qualcosa di misterioso, che sembra riguardare da vicino quell’energia priva di qualsiasi prevedibilità che è la fonte prima a cui attinge ogni cosa animata. Dioniso oltre a essere il dio dell’uva e del vino, nume tutelare dell’ebrezza e della perdita della ragione, è anche il dio della vegetazione, la cui rigogliosità si spinge ovunque le sia permesso spingersi, nonché della fertilità, il principio per cui si genera la vita.

La danza dionisiaca, danza dell’istinto e delle emozioni, rivela la nudità totale di quello che accade nel corpo, dal piacere al dolore. Non è la danza della morale e non obbedisce a regole esterne a se stessa. E’ la danza delle emozioni espresse con la più completa nudità di gesti e di forme del corpo. Nel simbolismo antico la veste era ‘immagine’ del corpo nella sua relazione con l’anima, Porfirio, ad esempio, dice: “Certamente per l’anima il corpo da cui è vestita è una tunica” e anche nel cristianesimo si parla del corpo come della “nostra veste di carne”. Dioniso è un dio di sesso maschile ma dall’indole profondamente femminile e il suo scontro con Penteo è uno scontro tra maschile e femminile, il razionale che governa l’irrazionale “come - diceva Freud - un cavaliere che deve domare la prepotente forza del cavallo”.

In un mondo dove impera il giudizio, la competizione e purtroppo a volte una spietata aggressività tra “maschile” e “femminile”, in svariate forme sia fisiche che psicologiche, la memoria di un antico mito greco può fare riscoprire sentimenti, emozioni, atmosfere di una possibile armonia tra le nostre profonde parti maschili e femminili, e ricordarci che quando questa manca, quando una parte predomina a totale discapito dell’altra, le conseguenze sono negative. DANCE PROJECT (25°anno accademico - 1993/2018) nasce a Cosenza nel 1993 per opera di Paolo Gagliardi. Svolge l’attività di insegnamento, divulgazione ed organizzazione di eventi in campo artistico e culturale con particolare riferimento alla danza in tutte le sue forme ed espressioni.

Svolge inoltre le attività suddette in altri ambiti artistici e culturali quali la recitazione, il canto e tutte le altre arti dello spettacolo. Dance Project è affiliata all’Ente di Promozione Sportiva A.C.S.I. e riconosciuta e registrata dal CONI. I corsi regolari prevedono lezioni di danza classica, modern, danza creativa, canto, teatro, freestyle, zumba fitness. Mensilmente si svolgono lezioni/workshop di approfondimento in danza contemporanea. Alla fine del percorso formativo è possibile conseguire il Diploma Nazionale ACSI con iscrizione nell’Albo Nazionale delle qualifiche. Dance Project ha nel suo organico una compagnia professionale, la Compagnia BRUZIA BALLET. PAOLO GAGLIARDI (40 anni di danza - 1978/2018) è insegnante di danza modern e coreografo con qualifica professionale di “Coreografo” rilasciata dalla Regione Calabria e dalla Comunità Europea e diploma nazionale di istruttore di danza ACSI.

Attualmente è in Formazione triennale in DANZA MOVIMENTO TERAPIA presso la scuola diffusa ARTEDO (corso accreditato MIUR, qualificato CEPAS - Ente per la Certificazione delle Professionalità e dei percorsi formativi). Dal 2015 realizza come direttore artistico il COSENZA DANZA FESTIVAL, rassegna coreografica nazionale, che dal 2017 raddoppia con il COSENZA DANZA FESTIVAL MARE, campus con stages in hotel e rassegna coreografica nazionale, in collaborazione con ACSI COSENZA la cui prossima edizione si svolgerà dal 27 alò 31 Agosto presso l’Hotel La Tonnara di Coreca e il parco comunale La Grotta di Amantea. La sua è una forma di teatro/danza che parte dalle emozioni, senza mai perdere di vista il fine che è sempre quello di esprimere con il corpo tutto ciò che non si può esprimere a parole. Il suo motto, che è sempre stato poi lo slogan della scuola è: “DANZARE NON E’ SOLO QUALCOSA CHE FACCIO, E’ QUALCOSA CHE SONO.”

 

 

Share/Save/Bookmark

SEGUI LA DIRETTA TV DI CALABRIA NEWS 24

« October 2018 »
Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        

Archivio Articoli