Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy

          

Lunedì, 11 Giugno 2018 11:03

Riforma di Forza Italia. Avrà un vicepresidente e una Consulta

Rate this item
(0 votes)
Silvio Berlusconi Silvio Berlusconi

“Forza Italia deve rinnovarsi, aprirsi, accogliere le tante persone e i tanti mondi che sono consapevoli della necessità di una politica di questo tipo. Deve essere il polo aggregatore intorno al quale si ritrovano coloro che vogliono coniugare innovazione e competenza, cambiamento e responsabilità. Per questo ho deciso un rinnovamento a livello nazionale e a livello locale. Chiederò a coloro che ricoprono ruoli istituzionali e politici di rilievo di affiancarmi nell’individuare il percorso migliore da seguire per rilanciare la nostra azione politica sui nostri temi”.

Lo scrive Silvio Berlusconi in una lettera al Corriere della Sera: deve “cambiare chi non funziona e premiare chi ha ben operato, inventare forme nuove senza scimmiottare quella falsificazione di democrazia cara alla sinistra che sono le primarie”. “Al mio fianco avrò un vicepresidente, un comitato esecutivo, un coordinatore nazionale che seguirà del centro le attività dei coordinatori regionali, che a loro volta saranno affiancati da giovani coordinatori virtuali che si occuperanno delle comunità azzurre sui social."

"Dopo l’estate si riunirà un congresso dei giovani azzurri, che in condizioni di massima apertura a tutti sperimenterà forme nuove, fin qui mai utilizzate, di partecipazione e di scelta dal basso del personale politico. E soprattutto costituirò una consulta del presidente a cui inviterò a partecipare tutte le energie e le personalità migliori del paese, che anche se non iscritte a FI, vorranno contribuire a formare una classe dirigente seria, competente, di buon senso”.

“Forza Italia vuole risposte razionali e problemi complessi come l’oppressione fiscale, l’oppressione giudiziaria, l’oppressione burocratica, il debito pubblico, le povertà diffuse, l’immigrazione”. L’ex premier sottolinea il fallimento dei governi di centrosinistra “ma questo non significa affatto che l’alternativa sia nel dilettantismo, nel pauperismo, nel giustizialismo, tutti ingredienti di gran peso nel programma del governo a guida grillina”.

“Sono in campo” e “ci resterò, ci resteremo con tutta Forza Italia, almeno fino a quando questo pericolo” - dell’ “Italia che è nei sogni, o negli incubi, targati 5 Stelle” - “non sarà passato”. “Dopo l’estate si riunirà un congresso dei giovani azzurri”, che “sperimenterà forme nuove” di partecipazione e “costituirò una Consulta del presidente, a cui inviterò a partecipare tutte le energie e le personalità migliori del Paese”, anche se non iscritte a Forza Italia."

"Così - è il suo auspicio - sarà possibile affrontare “le sfide difficili” che il nostro Paese sarà chiamato a superare “dopo il fallimento di questo governo contro natura, non votato dagli italiani, pieno di contraddizioni destinate a farlo implodere”. “Mi sento - aggiunge - di invitare tutti coloro che si riconoscono in quella che io chiamo ‘l’Altra Italia’ ad intraprendere con noi questo nuovo cammino”.

 

 

Share/Save/Bookmark

SEGUI LA DIRETTA TV DI CALABRIA NEWS 24

« August 2018 »
Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    

Archivio Articoli

La Calabria vista da... Mario Greco