Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy

          

Giovedì, 07 Giugno 2018 08:44

Concluso il progetto "Incartiamoci... riciclo creativo della carta" per le detenute della casa circondariale di Castrovillari

Rate this item
(0 votes)

La carta è stata protagonista del progetto realizzato dalle allieve detenute della casa circondariale e diretto dai docenti Francesca Provenzano e Vincenzo De Vincenti dell'istituto tecnico industriale E. Fermi di Castrovillari. Alla manifestazione conclusiva del progetto, le allieve detenute hanno esposto i manufatti e i monili realizzati come attività formativa, integrativa e di alternanza scuola lavoro. Un progetto che ha visto la co-partecipazione dell'imprenditore Sergio Mazzuca e del maestro orafo Gerardo Sacco. La parte tecnica è stata affidata ai due orafi, e collaboratori di Sergio Mazzuca, Gina D'Ambrosio ed Emilio Filippelli.

"Le allieve hanno lavorato con impegno e passione, dimostrando di non aver perso la loro femminilità - ha commentato la direttrice della casa circondariale, dott.ssa Maria Luisa Mendicino. Un progetto che ha una valenza didattica ma anche comunicativa verso l'esterno". A complimentarsi per l'ottimo lavoro svolto l'imprenditore Sergio Mazzuca: "rinnovo la mia disponibilità ad ospitare queste creazioni all'interno della mia attività. E propongo alla dott.ssa Mendicino la realizzazione di un laboratorio orafo permanente all'interno della casa circondariale che consente di acquisire competenze e formazione professionale alle detenute".

Le allieve-detenute hanno ringraziato i docenti dell'Itis, l'imprenditore Mazzuca e il maestro Sacco. "Anche se per poco tempo - hanno dichiarato- abbiamo avuto la possibilità di stare insieme mettendo da parte la malinconia". A concludere l'incontro Gerardo Sacco che ha disegnato un gioiello porta fortuna per le detenute, come simbolo di buon auspicio per il futuro. I monili sono in vendita e il ricavato sarà devoluto alla direttrice del carcere per le spese necessarie delle detenute.

 

 

Share/Save/Bookmark

SEGUI LA DIRETTA TV DI CALABRIA NEWS 24

« August 2018 »
Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    

Archivio Articoli

La Calabria vista da... Mario Greco