Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy

          

Martedì, 05 Giugno 2018 11:26

Ospedale pubblico su Rende: Bevacqua vive in un’altra città. Il sindaco di Rende Marcello Manna sull’argomento è stato chiaro

Rate this item
(0 votes)
Marcello Manna Marcello Manna

"Il consigliere regionale Domenico Bevacqua forse non legge i giornali o vive in un’altra città. Proprio perché tiene a sottolineare che è un consigliere regionale rendese non può dire che Manna nel dibattito dell’ospedale pubblico sia assente”. Inizia così la nota del Laboratorio Civico come risposta al consigliere regionale che è “favorevole all’ospedale su Arcavacata”, ma sottolinea ancora il Laboratorio “ha voluto, come al solito, rimarcare sulla stampa una mancanza di un sindaco che invece a più riprese non si è sottratto dal dibattito sull’ospedale pubblico e oggi siamo in grado anche di riportare le date in cui il sindaco Marcello Manna ha espresso il suo pensiero su un argomento che a nostro parere sta andando anche per le lunghe”.

Ed è ancora il Laboratorio Civico a snocciolare numeri e riportare il virgolettato di un sindaco che “nel consiglio comunale del 16 giugno 2016 dichiarò testualmente: l’ospedale da costruire deve servire a tutta l'area urbana e soprattutto deve essere ben servitor, da una buona viabilità e, con la nascita nei prossimi anni, dello svincolo di Montalto perché non pensare ad Arcavacata?”. 

La nota del movimento politico che appoggia il sindaco di Rende prosegue sottolineando che “Bevacqua con un poco di attenzione in più dovrebbe dire che è d’accordo con il sindaco di Rende sull’allocazione della nuova struttura ospedaliera. Non può invece sostenere il contrario perché il Manna in un’altra circostanza prese una posizione chiara sull’argomento. E tutti noi ricordiamo bene le sue parole pronunciate il 15 dicembre del 2017 proprio in comune davanti al presidente della Regione Mario Oliverio: Il ragionamento su una grande città bisogna farlo non da qui a cinque o a dieci anni, ma da qui anche a venti anni. E se si riuscisse a ragionare cosi certe scelte, come ad esempio sul dove far costruire l’ospedale pubblico, possono essere anche naturali come quello di farlo sorgere vicino all’università. E’ solo un esempio di come poi l’unica cosa che conta è il servizio che l’intera area urbana può usufruire in un posto o in un altro. Importante è la visione di insieme funzionale ai cittadini e al territorio”.

Fin qui le parole di Manna riproposte fedelmente con la nota del Laboratorio che ricorda a Bevacqua: “il sindaco di Rende è un uomo del fare. La vecchia politica fatta di comunicati e battute non appartiene al suo modo di operare. Il nostro caro consigliere regionale rendese se ne deve fare una ragione. Perché con questi comunicati senza sostanza rischia di fare solo brutte figure”.

Il Laboratorio Civico termina la nota anche con la risposta al segretario cittadino del Pd rendese: “Francesco Adamo il sindaco di Rende ,come vedi, è stato chiaro. La sua posizione è quella di un primo cittadino che lavora solo ed esclusivamente nell’interesse della città e di tutta l’area urbana. Il resto appartiene alla sola politica vuota e senza alcuna idea concreta e propositiva”.

 

 

 

Share/Save/Bookmark

SEGUI LA DIRETTA TV DI CALABRIA NEWS 24

« June 2018 »
Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30  

Archivio Articoli

La Calabria vista da... Mario Greco