Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy

          

Lunedì, 04 Giugno 2018 12:42

Dal 2019 la flat tax per le imprese e dal 2020 per le famiglie

Rate this item
(0 votes)
Alberto Bagnai Alberto Bagnai

"Mi sembra che ci sia un accordo sul fatto di far partire la Flat tax sui redditi di impresa a partire dall'anno prossimo. Il primo anno per le imprese e poi a partire dal secondo anno si prevede di applicarla alle famiglie". Queste le parole di Alberto Bagnai, parlamentare della Lega, intervenuto, secondo quanto riporta una nota del programma, ad Agorà su RaiTre.

Bagnai è indicato da molti quotidiani come possibile sottosegretario al ministero dell'Economia. Il Pd ha replicato a Bagnai. "È inconcepibile un livello di ignoranza e approssimazione simile. La flat tax sui redditi di impresa esiste da qualche decennio. Prima si chiamava Irpeg, e ora si chiama Ires, e tassa proporzionalmente i redditi delle società di capitali. E a ridurla - dal 27,5% al 24% - è stato il governo Renzi", ha dichiarato il deputato Luigi Marattin. "Nel caso il futuro sottosegretario Bagnai si riferisse, invece, agli utili di impresa delle società di persone, anche quella esiste già: si chiama Iri, e l'ha fatta sempre il governo Renzi", ha aggiunto.

La flat tax, quindi, non partirà subito per tutti. In realtà si tratta di una dual tax perché le aliquote previste nel contratto sono due e non una: al 15% per i redditi familiari fino a 80mila euro e il 20% per quelli superiori. Il Sole 24 Ore spiega, nel dettaglio il meccanismo: "Il 20% sarebbe applicato a tutto il reddito delle famiglie che superano la soglia degli 80mila euro. A completare il quadro, per la ricerca della progressività, interverrebbe l'architettura a tre livelli delle deduzioni da 3mila euro: applicate a ogni componente del nucleo familiare a 35mila euro di reddito complessivo, solo ai familiari a carico nella fascia 35-50mila per scomparire quando le entrate dichiarate sono più alte".

Secondo Il Sole, la dual tax porterà vantaggi maggiori alle famiglie con guadagni da 60 a 80mila euro, con risparmi fino al 20 per cento. Tra i primi impegni che dovrà affrontare il governo gialloverde in campo fiscale ci sono le clausole di salvaguardia: se non saranno disinnescate l'Iva aumenterà a partire dal primo gennaio 2019. Bagnai ha escluso che ci sarà un aumento, opzione che non dispiace al neoministro dell'Economia Giovanni Tria. "Lei (si riferisce ad un articolo che il professor Tria scrisse prima di entrare a far parte della squadra di governo", ha risposto l'economista alla conduttrice di Agorà.

 

 

Share/Save/Bookmark

SEGUI LA DIRETTA TV DI CALABRIA NEWS 24

« June 2018 »
Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30  

Archivio Articoli

La Calabria vista da... Mario Greco