Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy

          

Mercoledì, 16 Maggio 2018 09:53

Siglato a palazzo dei Bruzi un protocollo “di azioni” per forme di collaborazione tra Comune e Unical che creino lavoro producendo cultura

Rate this item
(0 votes)
Gino Mirocle Crisci, Mario Occhiuto e Jole Santelli Gino Mirocle Crisci, Mario Occhiuto e Jole Santelli

L’Unical e il Comune di Cosenza insieme per attivare forme di collaborazione e favorire la nascita e lo sviluppo di innovative tipologie di impresa, in ambito culturale, creativo e turistico. È questo l’obiettivo del protocollo di intenti e di azione firmato oggi dal rettore dell’Unical, Gino Mirocle Crisci, e dal sindaco di Cosenza, Mario Occhiuto, per l’ideazione di progetti che offrano servizi smart nella gestione e valorizzazione dei beni e delle attività culturali. Presenti alla sigla dell’accordo, il vicesindaco del Comune di Cosenza Jole Santelli, il dirigente alla Cultura, Giampaolo Calabrese, e il delegato del rettore alla Ricerca e al trasferimento tecnologico, Giuseppe Passarino.

L’Università della Calabria fornirà l’assistenza tecnico-scientifica per avviare le attività individuate dal Comune, grazie anche al suo incubatore di imprese che ospita già una cinquantina di spin-off. L’accordo vuole essere un ponte, è stato ribadito da più parti nel corso della conferenza stampa, tra università e amministrazione e nasce, da una parte, dalla volontà del Comune di Cosenza di dare valenza strategica alle attività culturali, e dall’altra, dall’esigenza dell’Università della Calabria di perseguire la sua cosiddetta terza missione, ovvero trasferire conoscenze e competenze accademiche al servizio del tessuto territoriale.

E proprio nel solco della concretezza, è stata già anticipata una prima idea che potrà essere sviluppata grazie all’accordo: utilizzare gli autobus dismessi dell’Amaco con una fruizione diversa, in punti di attrazione turistica specifici, quali, ad esempio, la zona dei Bocs Art sul lungofiume. L’obiettivo comune è quello di dare un’occasione ai giovani laureati di poter lavorare attivamente sui beni culturali e turistici della città, creando startup innovative per la gestione dei servizi ai cittadini.

 

 

 

 

Share/Save/Bookmark

SEGUI LA DIRETTA TV DI CALABRIA NEWS 24

« August 2018 »
Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    

Archivio Articoli

La Calabria vista da... Mario Greco