Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy

          

In un partito sempre più lontano dal popolo e sempre più dilaniato fra guerre e scontri di componenti e di correnti ci si appresta a celebrare le primarie fissate per il 3 marzo del 2019. Un partito sempre più di generali e sempre meno di eserciti oramai il pensiero unico della vecchia e stantia nomenclatura è quello di salvarsi e di rimanere aggrappati al potere, quel poco che rimane. Basta prendere l'esempio emblematico della Calabria. Con la Regione in mano, centinaia di sindaci migliaia di assessori e consiglieri comunali e praticamente tutte le nomine di sottogoverno e quindi con tutto il potere immaginabile il partito è quotato secondo gli ultimi sondaggi al 10-12%.

Una miseria se confrontato con il potere gestito. Del resto già alle politiche del 4 marzo in Calabria il Pd superò di poco il 14% e prese ben 3 punti in meno rispetto al dato nazionale. In un partito serio una dettagliata analisi del voto ed un mea culpa da parte dei dirigenti sarebbe stato il minimo, ma di serietà nel Pd calabrese non vi è nemmeno la più piccola parvenza quindi della sconfitta non se ne è discusso minimamente. L'importante è che la nomenclatura possa rimanere in sella. Innanzitutto la coppia del potere assoluto e quindi Mario Oliverio e Nicola Adamo e poi qualche consigliere regionale al seguito.

Per come era prevedibile la maggioranza del Pd calabrese si è schierato con quello che ritengono il probabile vincitore, cioè il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti. Con Zingaretti si è schierato il Ras del partito, il Governatore Mario Oliverio, e, di conseguenza la maggioranza dei consiglieri regionali. Mentre i tre parlamentari calabresi, quei pochi che sono stati eletti il 4 marzo dopo la clamorosa sconfitta del partito, sono schirati da tempo. il senatore Magorno ed il deputato Viscomi sono con Minniti, mentre la deputata Enza Bruno Bossio, gentil consorte di Nicola Adamo è, ovviamente, schierata con Nicola Zingaretti.

Con Minniti è schierato anche il Presidente del Consiglio regionale, Nicola Irto, mentre il capogruppo del Pd, Sebi Romeo è con Zingaretti così come lo sono i consiglieri regionali Giuseppe Giudiceandrea e Mimmo Bevacqua, altre ai consiglieri Michele Mirabello e Francesco D'Agostino. Con Nicola Zingaretti anche il consigliere regionale Carlo Guccione, notoriamente critico rispetto alla gestione totalitaria della Regione da parte del Presidente Oliverio. Come al solito nessuno è profeta in Patria e questo vale anche per Marco Minniti che, nonostante la sua calabresità, in Calabria non sembra aver avuto grande fortuna in merito all'adesione alla sua candidatura a segretario nazionale.

Ma ancora mancano mesi per le primarie e in un partito allo sfascio e sempre più verso il declino tutto può capitare, soprattutto quando a non rendersi conto del declino del partito, sono gli stessi artefici e fautori del disastro che pensano che tutto sia come negli anni passati. Del resto mentre il Titanic affondava l'orchestra continuava a suonare come nulla fosse. In egual modo i tanti generali del Pd calabro rimasti senza alcun esercito continuano a farsi la guerra per tutelare le loro rendite di posizione senza rendersi conto che il Pd è in fase di affondamento e senza voler dare e concedere spazio alcuno alle nuove generazioni che per i burocrati del Pd, Oliverio e Adamo in primis, non sono mai esistiti e mai esisteranno, essendo loro i padri - padroni di un partito oramai logoro e sempre più lontano dai calabresi e dai tanti drammi sempre irrisolti e sempre più gravi che attanagliano la nostra martoriata terra.


Redazione

 

Share/Save/Bookmark

SEGUI LA DIRETTA TV DI CALABRIA NEWS 24

« December 2018 »
Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            

Archivio Articoli

La Calabria vista da... Mario Greco