Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy

          

La Lega anche in Calabria rivendica un ruolo centrale e da protagonista. A spiegarne le ragioni il segretario provinciale di Cosenza e vicesegretario regionale, Bernardo Spadafora. "La Lega negli ultimi tempi e soprattutto in seguito alle recenti elezioni politiche del 4 marzo scorso ha avviato un forte ed incessante processo di radicamento sul territorio calabrese raccogliendo tantissime ed entusiaste nuove adesioni e nominando tanti, malgrado la prudenza - afferma Spadafora - nella selezione che alle nostre latitudini non è mai troppa, nuovi coordinatori comunali che avranno il compito sui propri territori di portare avanti le istanze ed il progetto politico del partito e del suo Segretario nazionale Matteo Salvini.

Oggi la Lega è un partito a respiro nazionale avendo definitivamente superato nei fatti la fase storica di movimento regionalista e nordista; basti ricordare che lo stesso Leader Matteo Salvini è senatore eletto in Calabria. In un simile contesto nazionale e regionale è ovvio che la Lega non ha più alcuna sudditanza nei confronti degli altri partner della coalizione di centrodestra con ovvio riferimento a chi tra di loro ha probabilmente anticipato troppo i tempi nel rivendicare leadership e ruoli primari, considerando che al voto delle prossime elezioni regionali manca ancora più di un anno".

"La Lega - continua il vicesegretario regionale - dovrà avere ed avrà certamente un ruolo centrale anche in Calabria, per come lo ha già nel contesto nazionale, per le contingenze attuali, per come continuano a determinarsi i vari risultati delle recenti elezioni amministrative in diverse realtà territoriali, ultime solo in termini temporali quelle recentissime in Trentino Alto Adige e per tutto ciò che descrivono i tanti e diversi sondaggi.

Ruolo già rivendicato e sottolineato giustamente in alcune uscite pubbliche dal Segretario regionale On. Domenico Furgiuele: "Nessuna sudditanza nei confronti dei potenziali partner, porte chiuse ai dinosauri della vecchia politica e porte aperte a persone per bene e di buona volontà". Sebbene il nostro alveolo naturale storicamente è, almeno sulla carta, il centrodestra non è da escludere che la Calabria potrebbe anche rivelarsi, per come è stato più volte in passato e per le sue peculiarità e criticità, un laboratorio per sperimentare altre formule politiche, del resto la politica è sempre "in divenire".

Le investiture premature ed i totonomi non ci interessano, ci interessa la politica, quella vera, quella delle proposte per le soluzioni dei problemi che in Calabria certo non mancano e ci interessa anche che quel processo di rinnovamento reale del mondo politico possa divenire la stella polare della Lega per il bene della Calabria e dei calabresi".

"Se ne facciano una ragione - conclude Bernardo Spadafora - avversari e alleati o presunti tali, La lega Salvini Premier in Calabria rappresenta, e non per agitare sterili rivendicazioni ma perché risulta essere un dato di fatto incontestabile, l'autentica e unica novità in un contesto politico regionale altrimenti sclerotizzato, usurato ed "infamato", al di là dei colori politici di appartenenza, da troppi cattivi interpreti."

"La Lega in Calabria è nata, almeno nell'intenzione dei suoi fondatori e aderenti storici, per rappresentare un'alternativa vera nei confronti di chi ha sgovernato, nessuno escluso, le nostre terre, per rompere senza indugio il connubio politica-malaffare, per combattere senza riserve la corruzione diffusa. Tutto ciò si può continuare a farlo solo se si avrà la forza di rivendicare, senza soggezione e timore reverenziale, umilmente ma senza subordinazione nei confronti di nessuno, un ruolo di centralità nella politica calabrese. Sono tantissimi i calabresi a chiederci discontinuità assoluta e noi non li deluderemo".


Redazione

 

 

Share/Save/Bookmark

SEGUI LA DIRETTA TV DI CALABRIA NEWS 24

« November 2018 »
Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30    

Archivio Articoli

La Calabria vista da... Mario Greco