Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy

          

Il fenomeno della Lega sia in ambito nazionale e, soprattutto nell'ambito meridionale, è un fenomeno degno di analisi politica. Un partito che nel non lontano 2013 era ridotto allo stremo con una parabola discendente di Umberto Bossi, storico fondatore nel lontano 1987 della Lega Nord e con un risultato elettorale alle politiche di quell'anno del solo 4,08%, il minimo storico del partito. Ma nello stesso 2013 ed esattamente il 15 dicembre viene eletto a segretario nazionale il quarantenne Matteo Salvini che inizia ad invertire la rotta.

Già nelle Europee del 2014 il partito ottiene il 6,2% e nel dicembre del 2014 la grande svolta voluta da Matteo Salvini. Nasce al Sud il Movimento "Noi con Salvini" aprendo ad una nuova politica nazionale e non più solo nordista. Il Movimento viene affidato al Senatore Volpi, oggi sottosegretario alla Difesa. E dal dicembre 2014 si giunge al 4 marzo 2018 con un risultato elettorale straordinario del 17,7% e con i sondaggi di questi giorni che accredita il partito della Lega ( nel frattempo è stata abolita il termine Nord) addirittura al 30% con Matteo Salvini indubbio protagonista del Governo in carica.

In soli tre anni una crescita che non ha pari nella storia dei movimenti politici dal dopoguerra ad oggi. Ma quel che risulta ancora più interessante è la crescita al Sud dove adesso la Lega è quotata intorno al 18 - 20%. Una percentuale impensabile solo un anno fa. Anche in una regione fra le più conservatrici e più allergiche al cambiamento della politica e soprattutto del personale e del ceto politico come la Calabria la Lega è riuscita a racimolare nelle recenti elezioni del 4 marzo ben 55.000 voti con un 5,6% che gli ha consentito di eleggere un deputato, il giovane Domenico Furgiuele, ed un senatore, lo stesso Matteo Salvini.

Un risultato elettorale con oltre 10.000 voti in più di Fratelli d'Italia da tempo radicata sul territorio con consiglieri regionali e comunali. Ma perché tale successo anche in Calabria, considerando che gli ultimi sondaggi accreditano la Lega in Calabria intorno al 13 - 14%. La risposta è semplice. E' la risposta ad una volontà di cambiamento e di protesta e, probabilmente, anche di forte disprezzo nei confronti di un ceto politico oramai odiato e disistimato che attanaglia i classici partiti e, soprattutto per quel che riguarda la Calabria, il Pd e i cosiddetti partiti moderati di centro che sono letteralmente spariti dalla scena.

Un ceto politico, quello del Pd, fatto di soliti e vecchi nomi inamovibili che distruggono qualsiasi anelito di cambiamento all'interno del partito stesso. Resiste ancora un ceto obsoleto come quello di Forza Italia, un non - partito che non si è mai voluto radicare sul territorio ed i cui vertici dipendono esclusivamente dal rapporto personale con il capo di Arcore, Silvio Berlusconi. Ma anche questa stagione è al tramonto. Mentre per la Lega si aprono grandi spazi soprattutto al Sud ed in regioni come la Calabria dove una stagione politica di personaggi logori e superati volge al termine.

Gli unici a non capirlo sono, ovviamente, i diretti interessati che asi credono immortali ed invincibili. Ben 55.000 calabresi hanno votato la Lega perdonando il suo passato antimeridionalista per dare un chiaro segnale di dissenso verso la politica fallimentare che finora i calabresi hanno subito. Ora sarà altrettanto interessante osservare cosa farà per il Sud e per la Calabria il nuovo Governo Lega - 5 Stelle che rappresenta, volendo o nolendo, una nuova stagione politica, l'avvio della Terza repubblica.


Redazione

 

 

Share/Save/Bookmark

SEGUI LA DIRETTA TV DI CALABRIA NEWS 24

« December 2018 »
Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            

Archivio Articoli

La Calabria vista da... Mario Greco