Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy

          

LabParlamento ha ricostruito, sulla base di una media dei sondaggi ad oggi disponibili, i “potenziali eletti” in ogni collegio plurinominale di Camera e Senato (la ricostruzione sconta tutti i possibili margini di errore che derivano da questo complesso sistema elettorale). La nuova legge elettorale prevede un sistema misto in cui un terzo dei deputati e dei senatori sarà eletto in collegi uninominali e i restanti due terzi con metodo proporzionale e in listini corti, formati cioè da massimo quattro nomi per ogni partito.

Alla Camera su 630 deputati, 232 seggi saranno assegnati in collegi uninominali, mentre 386 saranno ripartiti su base nazionale in collegi plurinominali, 12 sono riservati alla circoscrizione Estero. Al Senato su 315 senatori, 116 saranno assegnati in collegi uninominali, 193 ripartiti su base regionale in piccoli collegi plurinominali, 6 nella circoscrizione estero. Il voto disgiunto non è possibile: se si sceglie ad esempio un candidato del centrosinistra all’uninominale non sarà possibile votare per il centrodestra al proporzionale.

* Nota metodologica: queste proiezioni sono state effettuate su una ricostruzione dei principali sondaggi ad oggi disponibili (assumendo quindi che ogni partito ottenga a livello nazionale un risultato pari a quello previsto dalla media dei sondaggi). I candidati dati per “eletti” sono stati evidenziati in verde, quelli in bilico, in giallo. Alla luce delle numerose pluricandidature (il Rosatellum consente fino a 5 candidature nel plurinominale) i candidati dati per “eletti” vengono riportati in verde tutte le volte che compaiono.

Di conseguenza chi sarà eletto in più di un collegio è proclamato nel collegio nel quale la lista cui appartiene ha ottenuto la minore percentuale di voti validi rispetto al totale dei voti validi del collegio. Per questo motivo sono stati evidenziati in verde (o in giallo se in bilico) i secondi (o eventualmente terzi) nei restanti collegi. Particolare attenzione va fatta nel caso in cui le pluricandidature eleggibili possano far scattare l’elezione del candidato che segue in lista.

Per questo motivo, nel file si riportano i seguenti partiti e movimenti: Partito Democratico, M5S, Forza Italia, Lega Nord, Fratelli d’Italia e Liberi e Uguali. Nel file compaiono anche le varie liste minori alleate al Partito democratico (+Europa, Civica popolare, Insieme) e la “quarta gamba” del centrodestra  (Noi con l’Italia) ma non vengono assegnati a loro potenziali seggi supponendo che nessuno di questi supererà lo sbarramento del 3% e che quindi porteranno questi voti in dote sul proporzionale ai maggiori partiti, “in cambio” di alcuni collegi uninominali “garantiti” (come ad esempio Beatrice Lorenzin di Civica Popolare che verosimilmente sarà eletta nell’uninominale di Modena in Emilia Romagna).

Per quel che riguarda la Camera dei Deputati e i relativi collegi plurinominali Calabria 1 (nord) e Calabria 2 (Sud) l'analisi è la seguente:

Vengono dati per eletti con alte probabilità eletti per il Pd alla Camera nei due listini plurinominali 3 candidati, Enza Bruno Bossio, capolista a Calabria Nord, Viscomi Antonio, capolista a Calabria Sud, Maida Anna Maria, numero due a Calabria Sud e viene inserito anche come probabile Nicodemo Oliverio, numero due nel listino Calabria Nord. Per il Movimento 5 Stelle la simulazione indica ben quattro eletti, i primi due del collegio Calabria Nord, ForcinitiFrancesco e Scutellà Elisa e i primi due del collegio Calabria Sud, Dalila Nesci e Paolo Parentela. Poi per Forza Italia, Roberto Occhiuto (Calabria Nord) e Jole Santelli (Calabria Sud). 
 
Nel Collegio Calabria Nord per la Lega Furgiuele Domenico. In posizione incerta sia Orsomarso Fausto per Fratelli d'Italia a  Calabria Nord che Wanda Ferro per Calabria Sud. Infine Nicola Stumpo a Calabria Nord per Liberi e Uguali. Su 12 deputati da eleggere LabParlamento ne indica 11 con alte probabilità e tre con medie possibilità. Per il collegio unico del Senato dove verranno eletti sei senatori con il sistema plurinominale le previsioni sono per il Pd Ernesto Magorno, per il Movimento 5 Stelle Morra Nicola e Granato Bianca Laura, per Forza Italia Mangialavori Giuseppe, per Liberi e Uguali Broccolo Angelo. E sono cinque su sei. Il sesto non viene indicato perché in bilico fra Matteo Salvini, Lega e RautiIsabella, Fratelli d'Italia. Per chi vuole verificare può andare su labparlamento.it  tutti i possibili eletti nei collegi plurinominali e scaricare in pdf tutte le tabelle per tutti i collegi uninominali della Camera e del Senato per tutte le regioni italiane.
 
Redazione
 
 
 
Share/Save/Bookmark

SEGUI LA DIRETTA TV DI CALABRIA NEWS 24

« August 2018 »
Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    

Archivio Articoli

La Calabria vista da... Mario Greco